RIALFrI

Didascalie di una "Danse Macabre" della Sacra di San Michele della Chiusa, 1505-1510, Torino

Marco Piccat, Mixed Encounters: The Three Living and the Three Dead in Italian Art, in Mixed Metaphors: The Danse Macabre in Medieval and Early Modern Europe, a cura di Sophie Oosterwijk e Stefanie Knöll, Newcastle upon Tyne, Cambridge Scholars Publishing, 2011, pp. 155-168.

Edizione digitalizzata a cura di Serena Modena
Marcatura digitale e messa in linea a cura di Francesca Gambino

Permalink:

 

 


Il primo cartiglio, in latino, invita alla pietà per i defunti e recita:
«Miseremini mei miseremini mei saltem · vos amici mei quia manus Domini tetigit me» ’Pietà di me, pietà di me almeno voi amici miei, perché la mano del Signore mi ha toccato’.
 
Il secondo cartiglio, in medio francese, esorta i viventi a pregare per i trapassati e a ricordare il comune destino mortale:
«O vous qui pour ici passe prie Dieu pour les trapassé, car leur donne comme vos avoint eté et leur comme nous sare» ’O voi che passate di qua pregate Dio di perdonare i trapassati come voi siete stati perdonati e come noi saremo perdonati’