MACHEURE s. f.

MACHEURE s. f.

[FEW VI-1, 67b makk-; GD mascheure1; DMF machûre; TLF XI, 116a mâchure]

0.1 macheure.

0.2 Dalla radice makk-.

0.3 Il significato dell’a. fr. ‘strage’ è attestato in italiano antico dal sostantivo maccaglia nel Destr. de Troya napol. XIV sec. (cfr. TLIO maccaglia), che ha la stessa radice con suffisso diverso, dal verbo maccare ‘esercitare una pressione che deforma o rompe’,  dall’aggettivo maccato ‘che presenta una lesione traumatica’, dal sostantivo macco ‘violento combattimento’.

0.4 N Il TL non ha un’entrata per questo sostantivo e la forma posta come lemma è dunque quella realmente attestata nel corpus francoitaliano.

0.5 1 ‘Lesione traumatica caratterizzata dalla soluzione di continuo di tessuti molli, ferita’.

0.6 Francesca Gambino 17.08.2019. Ultimo aggiornamento: Francesca Gambino 17.08.2019.

 

1 ‘Lesione traumatica caratterizzata dalla soluzione di continuo di tessuti molli, ferita’.

– «Li dus de Cartagine veit a veoir Candiobras e li trove cum li brais al col, ch’il soi avoit feit unzre la macheur», Raffaele da Verona, Aquilon de Bavière, 6, XXXIII, 3.