*MASSERIE s. f.

*MASSERIE s. f.

[GDLI masseria e masserizia]

0.1 masserie.

0.2 Dal latino medievale massaria / massaricia, sostantivo neutro plurale, ‘le cose pertinenti al massarius, cioè al massaio’, cfr. Vocabolario Treccani masseria e masserizia.

0.3 Italianismo. I significati prevalenti di masseria sono  «1. L’azienda rurale diretta da un contadino (massaro) secondo il contratto di colonìa parziaria. 2. Con sign. storici: a. Tributo in natura e in prestazioni personali che il massaro doveva al signore. b. L’ufficio del massaio sia come amministratore di una massa (insieme di fondi)» (Vocabolario Treccani), ma il GDLI masseria 3. registra come antico anche quello di ‘Le suppellettili di una casa modesta’, che è di solito proprio di masserizia, con valore collettivo. Pure il significato 2 ‘Amministrazione di un patrimonio’ è attestato dal GDLI per la voce masserizia 5. Zinelli 2016, p. 235 segnala nelle Epîtres de Sénèque (Napoli, 1309) l’italianismo masserices ‘mercanzie, bagagli, beni’ e massarus ‘amministratore di una massa’.

0.4 1 ‘Le suppellettili di una casa modesta; bagagli, beni’. 2 ‘Amministrazione di un patrimonio’.

0.5 Francesca Gambino 17.04.2020. Ultimo aggiornamento: Francesca Gambino 17.4.2020.

 

1 ‘Le suppellettili di una casa modesta; bagagli, beni’.

– «Et ala et trova celle cité toute arse, et toute la masserie des maisons arse», Amato di Montecassino, Ystoire de li Normant, metà XIV sec., It. mer., 4, [28], 4.

– «Et especialment furent fait ricche, quar l’usance de li Grex est, quant il vont en bataille, de porter toute masserie neccessaire avec eaux», Amato di Montecassino, Ystoire de li Normant, metà XIV sec., It. mer., 2, [22], 16.

 

2 ‘Amministrazione di un patrimonio’.

– «E dirés bien a vetre sire che faze bon masarie de la vituarie ch’il oit, che por Machomet, gi croi ch’il li fera mester.», Raffaele da Verona, Aquilon de Bavière, 1379-1407, Verona, 5, LXXIII, 15.