PROCURATOR s. m.

PROCURATOR s. m.

[FEW IX, 416b procurator; T-L procurator; DMF procurateur; TLF XIII, 1247b procurateur; GDLI procuratore]

0.1 procurators.

0.2 Dal latino procurator.

0.4 Cfr. Cfr. GDLI n. 9 per il contesto storico e istituzionale in cui il termine va collocato; Zinelli 2016, pp. 32-33.

N L’accezione del termine è un venezianismo e ricorre in molti documenti dialettali coevi.

0.5 1 ‘Magistrato che amministrava le rendite della basilica di San Marco e ne dirigeva la fabbrica, con mansioni anche nella tutela dei minori e degli incapaci’.

0.6 Francesca Gambino 30.05.2019. Ultimo aggiornamento: Francesca Gambino 30.05.2019.

 

1 ‘Magistrato che amministrava le rendite della basilica di San Marco e ne dirigeva la fabbrica, con mansioni anche nella tutela dei minori e degli incapaci’.

– «Delés celui hospital sont li palés des nobles tresoriers que Venisiens apelent «procurators de monseignor saint Marc»; et delés lor meison sont li palés por herbergier gentils homes», Martin da Canal, Estoires de Venise, 1, CXXXII.

– «Ge Remont, procuraor hospital Jerusalem, simillaument aferm», Martin da Canal, Estoires de Venise, 1, XVII.