Paris, Bibliothèque Nationale de France, nouv. acq. fr. 22389

 Il codice contiene passaggi del VII libro dell’Aquilon de Bavière: il primo riguarda la descrizione della battaglia tra l’armata cristiana di ritorno dall’Africa e l’armata dei re spagnoli, e il secondo la descrizione delle battaglie fra le armate cristiane e quelle dei re etiopi Balduc e Malduc.

Descrizione materiale

Segnatura: Nouv. acq. fr. 22389.

Data: XV sec.

Supporto: Pergamena.

Numero di carte: 2 fogli (o, meglio, 2 frammenti indipendenti provenienti però dallo stesso manoscritto: cfr. Wunderli, 1982, p. XVIII).

Formato: 330 x 230 mm.

Rigatura:

Legatura: In mezza pelle.

Mise en page: Il testo è scritto su 2 colonne.

Altre informazioni: I passaggi che vi sono contenuti fanno parte del VII libro dell’Aquilon de Bavière: il primo riguarda la descrizione della battaglia tra l’armata cristiana di ritorno dall’Africa e l’armata dei re spagnoli, e il secondo la descrizione delle battaglie fra le armate cristiane e quelle dei re etiopi Balduc e Malduc.

Nonostante alcune informazioni essenziali sul manoscritto fossero accessibili fin dalla pubblicazione del catalogo di Omont nel 1918 (p. 479), la sua effettiva conoscenza si deve alla Bibliographie di Woledge del 1954. 

Contenuto

Aquilon de Bavière

L’Aquilon de Bavière è l’ultimo testo pervenutoci della tradizione franco-italiana. Come l’Entrée d’Espagne ed altri testi franco-italiani, anche l’Aquilon de Bavière tratta in maggior parte della matière de France, ma è innovativo per la sua forma, essendo scritto in prosa, e diviso in libri e capitoli, secondo la forma tipica delle opere che nell’Italia settentrionale riproducono o richiamano la matière de Bretagne.

Bibliografia

 

Bartolucci Chiecchi, Lidia

1977    Qualche appunto su “Aquilon de Bavière”, «Vita Veronese», 30, 1977, 132-135.

 

Bertolini, Virginio – Babbi, Anna Maria

1979    Raffaele da Verona, Aquilon de Bavière. Libro quinto, a cura di Virginio Bertolini, Anna Maria Babbi, Povegliano, Gutenberg, 1979.

 

Briquet, Charles-Moïse

1968    Les filigranes. Dictionnaire historique des marques du papier, 4 vol., Amsterdam, 1968 (ristampa dell’ed. del 1907).

 

Coronedi, P. H.

1935    L’“Aquilon de Bavière, «Archivum Romanicum», 19, 2 (aprile-giugno), 1935, 237-304; a parte: Firenze, Olschki, 1935.

 

Omont, Henri

1918    Catalogue général des manuscrits français: Bibliothèque nationale, Nouvelles acquisitions IV (nos 10001-11353 e 20001-22811), Paris, 1918.

 

Stornaiolo, Cosimo

1902    Codices Urbinates Latini, recensuit Cosimo Stornaiolo, I, Codices I-500, Romae, 1902.

 

Thomas, Antoine,

1882     “Aquilon de Bavière”, roman franco-italien inconnu, «Romania», 11, 1882, 538-569.

 

Woledge, Brian

1954    Bibliographie des romans et nouvelles en prose française antérieurs à 1500, Genève-Lille, 1954.  

 

Wunderli, Peter

1982    Raffaele da Verona, Aquilon de Bavière, roman franco-italien en prose (1379–1407). Introduction, édition et commentaire par Peter Wunderli, Tübingen, Niemeyer (Beihefte zur Zeitschrift für romanische Philologie, 188-189), 1982, 2 Vol., I, pp. XVIII-XXI e XXXVI-XLVI.

Crediti

Scheda a cura di Serena Modena.
Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2013.