Opere

Enanchet

Compilazione didattico-morale in prosa suddivisibile in tre parti, consistenti rispettivamente nell’esposizione dei doveri dei vari status socio-professionali, in una breve trattazione di storia universale, infine in un’ars amandi.

Estoires de Venise

La sola opera conosciuta di Martin da Canal è una cronaca di Venezia, in lingua francese, dalle origini al 1275, che il primo editore, Luigi Filippo Polidori, intitolò arbitrariamente Cronique des Veniciens e che meglio, è stata poi intitolata da Alberto Limentani, a cui si devono fra i più importanti studi sul testo, nonché una nuova edizione critica di esso, Les estoires de Venise.

Bovo d’Antona udinese

Quest’opera narrativa in versi, che rielabora una vicenda epica che ebbe larga fortuna in Francia, venne composta in area padana verso la fine del XIV sec. e riporta frammenti delle vicende caratterizzanti la vita di Bovo d’Antona.

Geste francor

Storia della famiglia reale francese, da Pipino a Carlo Magno. Secondo la tendenza alla ciclizzazione già sperimentato Oltralpe, il compilatore intreccia la storia della dinastia carolingia con quella di valoosi paladini in contrasto con la corona. Attraverso le generazioni ricorrono gli intrighi dei Maganzesi, casato che, per il tradimento di Gano perpetrato nella Chanson de Roland, è identificato come irrimediabilmente compromesso.